Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Ultime notizie

Pubblichiamo un articolo tratto dal sito vaol nel quale si racconta l'iniziativa pensata e organizzata splendidamente dal nostro responsabile del settore giovanile Fabio Pedrolini con l'aiuto di alcuni allenatori e genitori dei bambini e ragazzi coinvolti.

Us Cosio: Successo per la prima edizione dei campi estivi.
I 2 weekend si sono svolti ad Albaredo per San Marco e i partecipanti hanno alloggiato al centro Madonna di Montenero.


Si è chiusa con successo la prima edizione dei campi estivi organizzati dall' Us Cosio ad Albaredo per San Marco al centro Madonna di Montenero, 2 weekend all' insegna di allenamenti, partite e dello stare insieme. (Guarda le foto sul sito di vaol)


L'INIZIATIVA

 

Il campo è stato diviso in 2 turni, al primo dal 23 al 26 agosto hanno partecipato 31 giocatori delle annate comprese tra il 2002 e il 2005, al secondo 39 giocatori dal 1998 al 2001: ad ogni turno erano  presenti sia come responsabili del soggiorno che dell'attività calcistica 6 allenatori piu alcuni aiutanti.

«Sul finire della scorsa stagione il nostro  presidente Giancarlo Vaninetti mi aveva detto di pensare a qualcosa da organizzare per i nostri ragazzi, fare qualcosa a giugno sarebbe andato a sovrapporsi con i grest e altre iniziative  quindi mi è venuta questa idea dei campi di Albaredo» ha spiegato Fabio Pedrolini, responsabile dei campi estivi e del settore giovanile dell' Us Cosio «prima cosa  sono venuto quassù per verificare se logisticamente era possibile organizzarli e ho trovato la disponibilità da parte dell' Amministrazione comunale per l'utilizzo di 3 campi in erba sintetica e da parte della Cooperativa "Raggio". Per l'alloggio al centro Madonna di Montenero con a disposizione all' interno anche di una palestra; poi ho mandato una lettera ai genitori dei nostri giocatori per avere una ipotetica disponibilità a farli partecipare e avendo avuto un buon numero di adesioni si è deciso di realizzare questa idea.

Il bilancio di questi campi è senza dubbio positivo,  chi ha partecipato oltre che allenarsi e giocare ha avuto la possibilità di fare anche una vera  scuola di vita e i genitori hanno molto apprezzato questa per noi inedita iniziativa, nel corso del secondo campo è piovuto spesso ma i nostri programmi di allenamento e di partite non sono stati per neanche un momento stati condizionati, la pioggia non ci ha fermato. Ci tengo a ringraziare» conclude Pedrolini «l'Amministrazione comunale di Albaredo, la cooperativa " Raggio", l'associazione calcio Albaredo, i nostri sponsor Autotorino e Slam concept store, gli allenatori e i nostri cuochi».

GLI ALLENAMENTI

La giornata tipo prevedeva alle 7 e 30 la sveglia seguita dalla colazione per poi  alle 9 partire per il campo sportivo per la sessione di allenamento mattutina, alle 12 e 30 il pranzo mentre nel pomeriggio dalle 15 dopo un momento di attività libera il secondo allenamento di giornata con anche un torneo tra i partecipanti al campo: alle 19 e 30 la cena seguita da alcuni giochi tutti insieme e alle 23 tutti nelle camerate.
Hanno partecipato oltre a una cinquantina di giocatori del Cosio anche 20 del Berbenno, 3 dell' Olympic Retica, 3 bimbi della Selvetta e uno di Ardenno.

Wlliam Ardenghi arrivato da Capena in provincia di Roma ha avuto la fortuna di partecipare a entrambi i turni dei campi, ecco il suo parere su questa lodevole iniziativa dell' Us Cosio che ci si augura verrà riproposta la prossima estate: « l campi ad Albaredo sono  stati molto divertenti, io che ho seguito sia il primo turno da aiutante che il secondo da giocatore posso dire che è stata un esperienza davvero molto bella che rifarei. Le cose che mi hanno colpito di piu  sono state  la bravura di alcuni giocatori e il cibo cucinato di cuochi Ernesto e Roberto».

Il penultimo giorno del secondo turnoi ragazzi della categoria giovanissimi partecipanti hanno avuto la possibilità di giocare un' amichevole contro i giovanissimi del Villasanta arrivati ad Albaredo nonostante le avverse condizioni metereologiche, l'incontro è terminato in parità: in serata poi giocatori, allenatori, dirigenti e genitori del Villasanta sono stati graditi ospiti a cena  al centro Madonna di Montenero, dove il Cosio ha promesso di rendere la visita ai brianzoli il prossimo inverno per un altro incontro amichevole.

Cosio, 17 marzo 2013.

Il Cosio perde alla Colonia contro la Brioschese per 1-0 incassando la rete al 93' .  Verrebbe da dire niente di nuovo sotto il sole se non che per tutto l'incontro la pioggia non ha mai smesso di cadere, trasformandosi poi in neve in serata.

A parte questa digressione metereologica c'è da sottolineare che questa volta la sconfitta non è dovuta a particolari errori o figlia di un inutile furor sacro nel voler conquistare i 3 punti a tutti i costi. Il Cosio infatti ha condotto la partita in modo molto attento e pur cercando la vittoria ha saputo mantenere un atteggiamento equilibrato, mostrando nei minuti finali di sapersi accontentare del pareggio. Purtroppo un tocco sotto misura in una mischia ha punito comunque i giallorossi, a questo punto rei solo di non aver avuto un po' di fortuna dalla loro.

Nel complesso i giocatori scesi in campo hanno fornito una discreta prestazione, in particolare il centrocampo ha saputo fronteggiare il gioco fisico della Brioschese imponendosi per quasi tutta la partita al rispettivo reparto avversario, un po' meno bene le due punte, a dire il vero un po' poco supportate dal gioco degli esterni che non sono quasi mai riusciti ad inserirsi proficuamente sulle due fasce. Tutte difficoltà che vanno però rapportate all'ottima partita disputata dalla difesa ospite.

Con questo stop il Cosio deve rinunciare al suo tentativo di sottrarsi forse in modo definitivo alla lotta per non essere invischiato nel Play-Out e dovrà quindi continuare con la massima attenzione nelle prossime giornate.

C'è da dire che giocando come si è fatto contro la Brioschese, squadra solida e con obiettivi d'alta classifica, ci sono validi motivi di ottimismo, ma già la trasferta contro il Calolziocorte sarà uno scoglio sul quale sarà difficile non incagliarsi, imprescindibile sarà provare a replicare quanto di buono si è fatto in questa domenica.

Tabellino e Cronaca

Cosio, 3 marzo 2013

Cosio Barzago vede i giallorossi uscire vincitori per 2 a 0 e portarsi in posizione di centro classifica. Luca Marieni, al rientro dopo la squalifica, ha dovuto anche in questa occasione supplire a delle assenze importanti, essendo infortunato l'attaccante Stefano Vaninetti, non in ottime condizioni Nicola Aloisio, tenuto inizialmente in panchina e squalificato Stefano Mattarucchi, oltre alla prolungata assenza di altri giocatori.

La partita è stata gestita completamente dal Cosio sino al termine del primo tempo, anche se non ha saputo impensierire più di tanto il portiere avversario, escludendo ovviamente l'occasione del gol del vantaggio, realizzata da Giacomo Arrigoni al 40'.

 

In questa frazione di gioco gli ospiti oltre ad una buona impostazione difensiva hanno però mostrato poco altro, concedendo quasi sempre il dominio del centrocampo a Cristian Cetta e limitandosi a cercare la propria punta con lunghi lanci dalla propria trequarti.

Nella ripresa il Barzago ha provato a costringere il Cosio sulla difensiva e si è andato a cercare alcune punizioni dal limite per tornare in parità. In queste situazioni si è ben disimpegnato Stefano Vaninetti. I giallorossi hanno tenuto abbastanza bene il campo, anche se privi dello smalto mostrato nei primi 45' e avrebbero potuto concretizzare meglio le occasioni concesse dagli ospiti. Ma a cinque minuti dalla fine il rischio beffa si è ripresentato alla Colonia. L'arbitro ha decretato un rigore in favore del Barzago calciato poi alto dal Sarti.

Pochi minuti dopo è stato invece Emanuele Oberti a spegnere ogni velleità ospite raddoppiando in un'azione di contropiede.

Tutto bene quel che finisce bene dunque. All'ottima notizia del risultato si aggiunge anche la considerazione che la vittoria è giunta nonostante in campo in partenza non ci fossero nè Aloisio nè Vaninetti, giocatori di estrema importanza per l'attacco giallorosso. Bene anche Christian Cetta al rientro dopo la squalifica e complimenti ad Arrigoni, autore del gol e di una buona prestazione sulla fascia destra, anche se le energie gli sono un po' venute a mancare nel corso dell'incontro.

Tabellino e cronaca

Cosio, 25 marzo 2013.

Questa sera andrà in onda su Teleunica speciale studio sport un'intervista al Direttore generale Elia Spinetti riguardante l'iniziativa Cosio in rosa, che è l'avvio della creazione di una squadra di calcio femminile in bassa valtellina.

Il filmato è visionabile anche sul sito www.teleunica.tv

Cosio, 7 aprile 2013.

Bastano 45' al Cosio per avere la meglio sul Grosio ed allontanarsi maggiormente dalla zona play-out.

Al quarto tentativo i giallorossi riescono quindi ad aggiudicarsi uno dei 5 derby sin qui disputati, all'appuntamento manca l'ultimo che verrà disputato domenica prossima, ancora alla Colonia, contro la lanciatissima Olympic Retica.

Nel primo tempo il Cosio, complice anche un forte vento che spirava alle sue spalle, ha costretto il Grosio nella propria metà campo ed il risultato di 3-0 con il quale è andato a riposo è il frutto di una pressione continua che praticamente ha impedito agli ospiti di impensierire il portiere giallorosso Stefano Vaninetti.

Nella ripresa il Grosio ha provato a sua volta a sfruttare il favore del vento, ma il Cosio ha mostrato di saper difendere meglio di quanto avessero fatto i granata, permettendo loro solo un paio di conclusioni veramente pericolose.

Nel finale è poi giunta la rete su rigore da parte di Nicola Aloisio, autore di una doppietta e nel complesso di un'ottima prestazione, vicina a quelle delle prime partite di campionato.

Nell'elenco dei marcatori è entrato anche Alberto Bongio, per la seconda volta in gol in pochi giorni. Il giovane difensore è sicuramente una delle note più positive di questo girone di ritorno. Che avesse grandi qualità atletiche ed agonistiche era ben noto, mancava però che queste si concretizzassero nel passaggio in prima squadra, cosa che è finalmente avvenuta nelle ultime partite. Qualche spigolosità nel  carattere deve però ancora essere limata, per evitare di rimanere uno di quei giocatori a "rischio cartellino rosso" al minimo aumentare del tasso di nervosismo in campo.

Per diventare un giocatore sul quale la squadra possa fare affidamento per 90' in qualsiasi condizione è imperativo incanalare il giusto spirito agonistico nei binari di un atteggiamento comunque improntato al fair-play nei confronti degli avversari, raggiunto quest'ultimo traguardo, Bongio sarà sicuramente uno dei pilastri del Cosio dei prossimi anni.

Tabellino e Cronaca

Domenica 10 marzo, in occasione della 2° giornata del  Trofeo Calcio Valtellina, è avvenuto il lancio ufficiale del nuovo album delle figurine Calcio Valtellina 2012/2013.

La novità,  molto attesa,  è un’importante iniziativa del nostro sodalizio e di particolare valore perché consente di rappresentare una famiglia di 250 piccoli calciatori e premia l’attività del  nostro progetto .

Al contrario dei tradizionali album, questa volta sono i nostri ragazzi i veri volti protagonisti : piccoli amici, pulcini,  esordienti, senza dimenticare gli allenatori.  L’intento dell’iniziativa è quello di creare un ricordo per i bambini e  qualcosa di nuovo, unendo tutti i piccoli atleti sotto un unico emblema: Calcio Valtellina.

All’interno dell’album  possiamo anche  trovare una pagina dedicata ad ogni Società Sportiva affiliata, con il logo e la sua storia.

Album e figurine sono in vendita presso i centri sportivi delle società U.S. Cosio, Olympic Retica e Sondrio Calcio.

30
Succ.
Fine
Pagina 30 di 30
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner